Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni
Tu sei qui: Home page Chi Siamo Lo scenario di riferimento  

Lo scenario di riferimento

Il contesto normativo e competitivo del mercato assicurativo sammarinese.

Il settore assicurativo della Repubblica di San Marino è regolato dalle Leggi della Repubblica e dai Regolamenti emanati dalla Banca Centrale di San Marino, che disciplinano il sistema finanziario e, nello specifico, il settore assicurativo.

In particolare si rimanda a:

  • disposizioni generali della legge n. 165 del 17 novembre 2005 sulle imprese e sui servizi bancari, finanziari e assicurativi (“LISF”);

  • disposizioni generali della Legge n. 47 del 23 febbraio 2006 (Legge sulle Società);

  • Regolamento 2008-1 in materia di attività assicurativa rami vita (“Regolamento Vita”);

  • Regolamento 2009-1 in materia di redazione del bilancio d’esercizio delle imprese di assicurazione che esercitano i rami vita (“Regolamento Bilancio”).

Inoltre, la Legge 17 giugno 2008 n. 92 ha consolidato un processo di profonda riforma dell’ordinamento sammarinese, che ha, tra i suoi obiettivi, il riconoscimento, da parte della comunità internazionale, della conformità ai principi internazionali in materia di contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo.

In tale ottica, l’Agenzia di Informazione Finanziaria della Repubblica di San Marino (AIF), nell’ambito dei compiti che detta Legge le affida, pone grande importanza ai comportamenti di tutti i soggetti designati, che devono essere improntati alla massima trasparenza e collaborazione, affinchè sia reso possibile l’adempimento degli obblighi derivanti dai suddetti principi internazionali.

In tale contesto, e precisamente in attuazione della Legge 17 giugno 2008 n. 92, l’AIF ha emanato propria Istruzione (2009-07) ove, all’art. 8, è stato disposto che anche le compagnie di assicurazione debbono dotarsi di proprio Regolamento Interno Antiriciclaggio, cui tutti i dipendenti delle medesime compagnie devono attenersi.

 

Requisiti per l’autorizzazione di imprese di assicurazione di diritto sammarinese

La Banca Centrale autorizza la costituzione di una impresa di assicurazione a condizione che siano soddisfatti i seguenti requisiti:

  • la società ha esclusivamente quale forma legale quella di società per azioni secondo la legge sammarinese;

  • la sede legale e quella amministrativa della società sono ubicate nella Repubblica di San Marino;

  • l’ammontare del capitale sociale minimo varia da 1,5 a 5 milioni di euro in base ai rami (o sottorami) assicurativi, di seguito riportati, che l’impresa intende esercitare e che sono soggetti a specifica autorizzazione:

I. le assicurazioni sulla durata della vita umana;

II. le assicurazioni di natalità, di nuzialità;

III. le assicurazioni di cui ai rami I e II connesse con fondi di investimento; tale ramo si suddivide a sua volta nei seguenti sottorami:

III-a) l’impresa di assicurazione presta garanzia finanziaria di rendimento o di restituzione del capitale;

III-b) l’impresa di assicurazione non presta garanzia finanziaria di rendimento o di restituzione del capitale;

IV. l’assicurazione malattia e l’assicurazione contro il rischio di non autosufficienza, che siano garantite mediante contratti di lunga durata, non rescindibili, per il rischio di invalidità grave dovuta a malattia o a infortunio o a longevità;

V. le operazioni di capitalizzazione; tale ramo si suddivide a sua volta nei seguenti sottorami:

V-a) le operazioni di capitalizzazione di tipo index ed unit linked;

V-b) tutte le altre operazioni di capitalizzazione diverse da quelle del sottoramo V-a);

VI. le operazioni di gestione di fondi collettivi costituiti per l’erogazione di prestazioni in caso di morte, in caso di vita o in caso di cessazione o riduzione dell’attività lavorativa.

Per i rami I, II, IV, V-b) e VI è previsto un capitale sociale iniziale minimo pari a 5 milioni di euro, per i rami III-a) e V-a) pari a 3 milioni di euro, per il sottoramo III-b) pari a 1,5 milioni di euro.

  • le persone fisiche che detengono partecipazioni al capitale devono possedere i prescritti requisiti di onorabilità;

  • il consiglio di amministrazione è composto di almeno tre membri che devono possedere i previsti requisiti di onorabilità e professionalità; inoltre almeno uno dei membri deve essere “indipendente” in conformità agli specifici requisiti posti dalla Banca Centrale;

  • la struttura organizzativa della impresa di assicurazione è adeguata alla propria dimensione e alla complessità operativa dell’attività svolta, con particolare riferimento alle funzioni di risk-management e internal audit.

L’impresa di assicurazione che esercita uno dei rami I, II, IV V-b) e VI o i rami III-a) e III-b), qualora preveda di emettere contratti che presentino un capitale sotto rischio rapportato alla corrispondente riserva matematica della garanzia principale superiore al 3%, sono tenute a nominare un attuario incaricato.

Azioni sul documento
Share |
Strumenti personali